Il termine moneta complementare vuole esprimere un concetto che è proprio quello della complementarietà di questi tipi di circuito rispetto al mondo €uro. Questi sistemi non si sostituiscono alla valuta ufficiale che circola in un determinato mercato, sono meccanismi aggiuntivi che rimangono accanto alla moneta europea. Il circuito non toglie nulla al mercato €uro, ma sicuramente stimola molte transazioni che in quel mercato non sarebbero avvenute. In realtà non esiste la moneta In-Lire. E’ solo una convenzione, un nome, per definire gli importi a credito e a debito che derivano dalle vendite e dagli acquisti fatti all’interno del Circuito. Tutte le fatture o i documenti fiscali che le aziende si scambiano nel Circuito sono infatti indicate in €uro. Cambia solo la modalità di pagamento.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.